Il blog della prima Community dei "Milleuristi & (S)Contenti"

17 luglio 2006

L'occhio cade dove il dente duole

Ore 11:00, convocazione nell'ufficio Risorse Umane e colloquio con il Capo del Personale. Un colloquio di prassi, mi ha spiegato Angelica prima di varcare la famigerata porta che segna il confine tra te e il mondo del lavoro.
"Allora, Claudio: come ti stai trovando qui in Spagna?", "Ti sei ambientato senza problemi?", "Quali difficoltà hai incontrato con i colleghi?", "Ti sembra un ambiente stimolante come te lo aspettavi?": nessuna domanda relativa alla mia posizione contrattuale, in effetti. Solo una sorta di rituale da quiz tv tanto per sondare il terreno e avere degli alibi attitudinali quando prenderanno qualsiasi decisione nei miei confronti.
Poi a un certo punto al Capo del Personale squilla il cellulare e lui esce dall'ufficio in fretta e furia. A me, istintivamente, cade l'occhio sul monitor del pc, con Outlook aperto. Preso dalla curiosità, clicco sul folder indicato con la sigla CV (quello dove vengono convogliate tutte le mail che contengono curricula di candidati) e... sorpresa! 348 messaggi dall'inizio dell'anno tutti con l'iconcina dell'avvenuta risposta! Incredibile: in Italia ogni volta che mandi un Curriculum non c'è un cane che si degni di risponderti nemmeno "Stattene a casa tua, coglione!", e qua il Capo del Personale risponde di suo pugno a 348 richieste.
Poi parlano della fuga di cervelli? Mi sembra abbastanza normale che se mando 3mila Curriculum in Italia senza il minimo riscontro e ne mando 1 in Spagna, qualunque sia il riscontro, piuttosto continuo a mandarli all'estero!
E visto che tutte le aziende pretendono di insegnarci a fare i lavoratori di professione, ogni tanto non sarebbe anche il caso che fossero loro a imparare dai lavoratori a fare le aziende di professione?
Claudio

6 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Io, prima di andare a lavorare all'estero, ho speso oltre un anno a mandare curricula in italia, con un riscontro di 1 su 10 quando andava bene.
Un anno fa mi sono candidato in Germania: un CV spedito, colloquio, assunzione. Idem 5 mesi fa quando mi sono trasferito in Canada.
Vedi un po' te...

05:24

 
Anonymous Ale said...

Quello che dici purtroppo è verissimo, e non solo in caso di candidature spontanee (dove posso anche tollerare che non si prendano nemmeno la briga di rispondere) ma persino nel caso in cui si risponde a inserzioni! E questo è assurdo!

09:03

 
Anonymous Larsen said...

e il fatto piu' critico e' che quelle poche volte che rispondono, dopo il colloquio ti senti dire che: sei troppo giovane/vecchio, hai troppa esperienza/troppa poca esperienza, vuoi troppo/troppo poco (quindi non sei credibile...)
te lo dice uno che e' dal 2003 (dopo l'ennesima azienda neweconomy andata all'aria) che manda curriculum ad una media di 5/6 a settimana... se ho avuto 5 colloqui in 3 anni e' tanto.
peccato che negli ultimi anni mi sono mangiato quello che avevo guadagnato prima (per mangiare eh, non in vacanze) senno' avrei preso gia' da un annetto un aereo per qualsiasi altro posto...

16:04

 
Anonymous Anonimo said...

Very best site. Keep working. Will return in the near future.
»

06:40

 
Anonymous Anonimo said...

I find some information here.

00:01

 
Anonymous Anonimo said...

hai ragione. e pensare che quando a me arriva un curriculum spesso neanche lo leggo.
cazzo mi sento in colpa.
G

16:53

 

Posta un commento

<< Home