Il blog della prima Community dei "Milleuristi & (S)Contenti"

09 marzo 2008

Rughe d'espressione

«Voglio essere brutale: a molti ragazzi di oggi lavorare non piace. Intasano le università, abbandonando agli immigrati tanti mestieri indispensabili: infermiere, muratore, fabbro, idraulico, piastrellista, badante, elettricista e via elencando. La precarietà è diventata l'alibi per fare flanella».
Firmato: Giampaolo Pansa, anni 73, sull'ultimo numero de L'Espresso.
Ennesimo caso (e non il primo, per quanto riguarda lui nello specifico) di ultrasessantenni che si sentono evidentemente così 'avanti' da disquisire in materia di «ragazzi di oggi» con lo spirito di chi è infallibile per anagrafe e ai quali, soprattutto, i media nostrani concedono di farlo molto più di quanto non lo concedano agli stessi diretti interessati.
Del resto, sono ormai più di due anni che lo denunciamo: in Italia a parlare di "giovani" sono sempre e soltanto i "vecchi". In Politica, in televisione, sui giornali, nei dibattiti, ovunque. E il messaggio è sistematicamente "I giovani sono un problema che noi vecchi dobbiamo risolvere restando al nostro posto a pontificare", mai "I giovani sono una risorsa che noi vecchi possiamo sostenere facendoci da parte".
Perché, con tutto il rispetto per i trascorsi professionali di Pansa, quanti trentenni precari potrebbero fare i giornalisti, anziché la flanella, al posto dei 73enni che ogni settimana riciclano se stessi e il proprio logoro canovaccio del «Si stava meglio quando si stava peggio»? Tra l'altro: le statistiche certificano che sempre più ragazzi, nel nostro Paese, non terminano neppure gli studi della scuola dell'obbligo (o li terminano svogliatamente per inerzia) pur di andare a lavorare il prima possibile: quali sarebbero quelli che non vogliono più fare l'infermiere, il muratore, il fabbro, l'idraulico, il piastrellista o la badante? Quelli che conosce lui? Forse è meglio che cambi frequentazioni...

Voglio essere brutale: se Giampaolo Pansa si ritira a vita privata, la badante vado a fargliela io.

Rossella

15 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Dal cuore, ma che vada a fare in culo! Vecchio rincoglionito! Firmato: Laureato con Master MBA che lavora 12 ore al giorno, sabato e domenica compresi per € 1050 al mese

21:54

 
Blogger Bufalo said...

Però, che classe di commento ... Pansa non ha tutti i torti, e voi "giovani" che cazzo aspettate a prendervi le piazze, cioè l'unico modo per farvi sentire ?

Oppure, state pure a lagnarvi di Giampaolo Pansa e contestualmente votate nelle urne il "male minore" (ragionamento da umarèlls che ascolto troppo spesso dai giovani smaronàti), che tanto dopo di lui (e di loro) ce ne sarà un altro (e tanti altri) che vi farà piangere lacrime di rabbia ...

Bye.

p. s. : caro "anonimo", magari và a fare il piastrellista, che farai un po' d'esperienza di vita (vera) e guadagnerai di più !

23:14

 
Anonymous scienza2punto0 said...

ah!
niente badante per Pansa!!! e a fare il piastrellista!!! così non arriva a 90 anni. 90 anni che esagerazione.... e che dovrà mai fare fino a 90 anni? scrivere?

02:17

 
Anonymous Anonimo said...

Piastrellista? non ci avevo pensato! Qualche sera vado a lavorare in un bar!
Comunque sto risolvendo il problema: fra 3 mesi vado in Irlanda a cercare fortuna!
Fuck Italy!
Firmato: Laureato con Master MBA che lavora 12 ore al giorno, sabato e domenica compresi per € 1050 al mese

17:19

 
Anonymous Anonimo said...

Fuck Italy anche da parte mia!
Mi sono rotta il caxxo!
E' vero forse mi hanno montato la testa...è colpa mia se ho qualche ambizione...è colpa mia se a fare la cassiera non ci resisto..e colpa mia se desidero di lavorare in campo artistico...e colpa mia che di ripiego mi sto prendendo la specialistica ed il sabato e la domenica vado a fare le promozioni nei supermercati, otto ore in piedi cinquanta euro...è colpa mia se so scrivere...è colpa mia...è colpa mia...perchè non voglio andare a pulire i cessi , che dopo più di dieci anni di studi durante i quali mi sono impegnata ed ho sofferto ( eh si stavo fino a notte fonda sulle versioni di latino e greco mentre forse potevo stare in discoteca a divertirmi e poi accontentarmi di pulire i cessi a vita o di fare la cassiera a vita! )...è colpa mia se sono donna...scusate è tutta colpa mia! Che stronza che sono!

09:10

 
Anonymous Anonimo said...

@ E' colpa mia:

"La domenica vado a fare le promozioni nei supermercati, otto ore in piedi cinquanta euro..."
Ti è "andata bene": per le stesse 8 ore ho gestito promoter che dovevano camminare in giro per un lauto compenso di € 45! ( e non ti dico che il 70% di queste ragazze era laureato con specialistica ( o vecchio ordinamento!) In Italia, ormai, la Laurea, i Master, la formazione è un ostacolo non solo per la carriera ma pure per trovare un lavoro decente!
L'unica cosa che posso consigliare è di togliere la Laurea dal curriculum! Prima ci scordiamo dell' incu...ata presa e meglio è!

13:28

 
Blogger Paolo Balduzzi said...

Cara "Rossella", condivido le tue critiche e capisco la rabbia dei commentatori "anonimi". Secondo me non è una questione di umiltà o esperienza di vita, come dice Bufalo, bensì di presa per il culo. Ci hanno detto: "Studiate e migliorerete il vostro tenore di vita, le vostre possibilità!". Palle: abbiamo studiato, molti hanno fatto sacrifici per farlo, e ora galleggiamo, tra insicurezza e mediocrità. Perchè molti lavori sono ereditati di padre in figlio e perchè, ammettiamolo, l'università non ci ha dato nulla. Nulla. I laureati in Italia devono mendicare, all'estero hanno salari all'ingresso più elevati della media. Chiediamo di premiare la produttività invece che l'anzianità dei lavoratori, chiediamo una università PIU' selettiva, all'ingresso e in uscita. Rossella, anche tu pensi che E' ora di cambiare?

16:02

 
Anonymous prime said...

la verità di Pansa fa male ... ma solo a chi fa parte dei giovani di cui parla.

:-)

Un abbraccio

20:26

 
Blogger Bufalo said...

"Comunque sto risolvendo il problema: fra 3 mesi vado in Irlanda a cercare fortuna!"

Questa invece è una soluzione reale ad un problema personale : anche io sto pensando seriamente di emigrare altrove, e mi sto attrezzando per il viaggio.
Per il problema "comune", niente da fare con 'sta politica e 'sti partiti, dovremmo ricoagularci in altre forme associative, dal "basso" ... (ma forse il tempo è scaduto, certe cose non s'approntano in due minuti).

07:37

 
Anonymous Anonimo said...

"Comunque sto risolvendo il problema: fra 3 mesi vado in Irlanda a cercare fortuna!"

Si confermo: estero!
Siamo in una fase per l'Europa (e forse gli USA) di recessione.
L'Italia è il paese che più di tutti sente l'effetto reale (e psicologico,altrettanto importante e pesante!) della recessione!
Abbiamo un economia debole che ci fa barcollare più degli altri paesi ai minimi scossoni del ciclo economico!
Questo è l'aspetto generale e, diciamo, macroeconomico.

Aspetto personale (e pertanto soggettivo):
Io non posso più svegliarmi ogni mattina con la Paura (qualche anno fa era preoccupazione!) di non sapere a che ora finisco la sera (a volte la notte!) di lavorare.
Con un età di 34 anni e € 1100 al mese per essere responsabile della gestione di una Business Unit di una società da € 200 milioni di fatturato annuo. E senza straordinari pagati ne' uno straccio di benefit (neppure un buono pasto, visto che da anni non rientro a casa a mangiare!)
Non posso vivere con la certezza che se mi licenzio per cambiare questa situazione quasi schiavistica, potrò trovarmi disoccupato a tempo ...indeterminato!

Per tutte queste ragioni scelgo l'Estero, dove spero di trovare rispetto per le persone che lavorano, senso civico e tanta intelligenza!

14:12

 
Blogger Migliok said...

Inondate di lettere il direttore dell'Espresso (letterealdirettore@espressoedit.it). Raccontategli le vostre esperienze. Pansa ama provocare, il suo articolo è scandaloso è offende milioni di precari e lavoratori.

20:19

 
Anonymous Anonimo said...

"La domenica vado a fare le promozioni nei supermercati, otto ore in piedi cinquanta euro..."
Ti è "andata bene": per le stesse 8 ore ho gestito promoter che dovevano camminare in giro per un lauto compenso di € 45! ( e non ti dico che il 70% di queste ragazze era laureato con specialistica ( o vecchio ordinamento!) In Italia, ormai, la Laurea, i Master, la formazione è un ostacolo non solo per la carriera ma pure per trovare un lavoro decente!
L'unica cosa che posso consigliare è di togliere la Laurea dal curriculum! Prima ci scordiamo dell' incu...ata presa e meglio è!


Si lo so Bene...io mi sono sempre rifiutata di lavorare con quel compenso a dir poco ridicolo...ti quoto in tutto

17:31

 
Anonymous Anonimo said...

Direi che, molto semplicemente, in questo caso Pansa abbia perso una magnifica occasione per starsene zitto..
Marco

21:37

 
Anonymous Anonimo said...

Credo che Pansa abbia espresso le cose come stanno, che lo vogliamo o no esse vanno cosi. Tuttavia credo che anche i vecchi debbano avere il buon senso di lasciare posti ai giovani (parlo per il lavoro, la politica..). E' difficile prendersi gli spazi se nessuno vuole rinunciare a qualcosa

14:55

 
Anonymous Anonimo said...

nella vita bisogna farsi il culo per avere uno stipendio decente, è inutile piagnucolarsi addosso perchè qualcuno ci sfrutta come schiavi per 1000 euro al mese, questo è pensare da perdenti.

Rimboccatevi le maniche, apritevi un vostro business, siate creativi, intraprendenti, abbiate le palle per fare carriera invece di rassegnarvi alla vita.

Tutto quello che volete è la fuori, dovete solo andarvelo a prendere, non passate le giornate a lamentarvi della vostra condizione su un blog, perchè è proprio in questo modo che non cambierà mai nulla.

12:03

 

Posta un commento

<< Home