Il blog della prima Community dei "Milleuristi & (S)Contenti"

12 maggio 2006

Furto tombale

Sto ritrovando la mia serenità, un po' con la preghiera, un po' grazie ai tanti amici che mi sono stati vicini in questo periodo difficile. Grazie a tutti, di cuore, dai miei coinquilini ai colleghi, da Claudio al mio responsabile in ufficio, dagli amici del blog al gruppo di CL. E' bello scoprire, in dei momenti così duri, che c'è tanta gente che prova affetto per te.
Solo quelli delle pompe funebri si sono dimostrati veramente schifosi: d'accordo con alcuni parenti, abbiamo scelto una società "seria". E qual è stato il risultato? Anticipo minimo, poi pagherete con calma... e invece dal giorno dopo il funerale (il giorno dopo, dico!!!), telefonate e telefonate per avere il saldo. E non si è trattato certo di bruscoletti... Ora poi han tirato fuori un extra non previsto. Totale: vogliono altri 1.700 euro! Che io non ho e che soprattutto, dato che nel contratto non erano previsti, non voglio dare. Cosa posso fare? Rivolgermi a un avvocato o, per chiudere anche dentro di me la scomparsa di papà, pagare e stare zitto?
Alessio

6 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Fanno sempre così. Quando è mancato il padre del mio ragazzo le pompe funebri (che erano in convenzione con il comune) hanno richiesto una cifra simile, che però era circa 1000 euro in più della cifra corretta. La cifra è stata pagata, anche perché nessuno aveva consultato bene il listino, ma noi siamo tornati diverse volte con aria incazzata, chiedendo di vedere il listino prezzi, chiedendo di fare fotocopie del listino, insomma scocciando. Alla fine il titolare ha chiesto al mio ragazzo cosa voleva per starsene buono, e ha ridato indietro i 1000 euro.
La mia opinione è che giochino molto sporco, non siano abituati a rimostranze, ma se qualcuno protesta non rischiano di perdere la faccia e corrono ai ripari (noi non abbiamo nemmeno avuto bisogno di minacciare una causa, si è tutto risolto molto prima). Auguri

19:09

 
Blogger Callas said...

Il problema in questi casi è che - giustamente "distratti" dal nostro stato d'animo - non prestiamo attenzione a quello che ci viene detto "sottovoce" (è un modo carino di dire quello che non ci viene detto).
Detto ciò il mio consiglio è quello di chiedere la specifica dettagliata di ciò che loro asseriscono averti fornito per richiederti ancora 1.700,00 € e soprattutto fare mente locale se avevi o meno richiesto tali servizi.
Detto ciò non mi rimane altro che farti un imbocca al lupo per tutto.

22:11

 
Anonymous Anonimo said...

E' davvero uno schifo, se ne approfittano del dolore della gente, giocano sul fatto che tu non hai la testa per pensare a queste cose, perché troppo grande è il coinvolgimento emotivo per essere lucidi...Non cedere, chiedi spiegazioni, anche se è difficile,lo so, perché ne hai viste abbastanza, perché il dolore è grande.Ti faccio un grande in bocca al lupo, stasera dico una preghiera per te, perché Dio ti aiuti a superare questo momento difficile, ti faccia capire che non sei solo, ma c'è la Sua grande mano che ti sostiene e ti fa compagnia.Ciao.

15:56

 
Anonymous Anonimo said...

questo post è una tristezza, non x il tema toccato ma perchè tutti danno risposte e commenti:ma non vi siete conto che fatti e persone non sono reali? ma frutto di fantasia, visto che ormai parlare di precariato è trendy e quindi giù con i film, i siti, i libri e autocommiserazione da parte di tutti che non serve a cambiare le cose.Utilizzare poi un evento luttoso come una morte per sostenere la tesi del carovita, che sarà pure reale, è triste, come se una morte lasciasse dietro di fatture da pagare.per favore.......

23:07

 
Anonymous Anonimo said...

Prima di parlare a GRANDE sproposito, ti consiglierei di svegliarti un attimo... queste, purtroppo, sono cose che accadono spesso, ma è bello che tu ne parli in questo modo: vuol dire che
1)non ti è mai capitato (e meno male...)
2)vivi ancora nel paese dei balocchi, dove tutti sono buoni e si commuovono, senza approfittare del dolore altrui.
Sono felice per te

15:25

 
Anonymous Anonimo said...

ah si? guarda non credo proprio,consiglio a te di non parlare a sproposito non conoscendo la situazione degli altri,forse vivi tu nel paese dei balocchi,tu che vai cercando la realtà nei blog inventati e fra l'altro poco originali,quando è morto mio padre la parcella è stata l'ultimo dei miei pensieri, ho pagato senza commiserazione.

14:19

 

Posta un commento

<< Home