Il blog della prima Community dei "Milleuristi & (S)Contenti"

15 maggio 2006

Arrivano i "Bookburgers"!

Benchè sia lunedì, devo dire che questa mattina mi sento piena di energie! In ufficio sto cominciando ad ambientarmi (ho imparato a conoscere meglio i miei colleghi, e adesso so esattamente di chi posso fidarmi a occhi chiusi e da chi devo guardarmi le spalle), e Anna, la responsabile editoriale, mi ha appena convocato per darmi una bella notizia: finalmente ho un progetto di cui occuparmi!
Nonostante sia stata assunta in co.co.pro., infatti, fino ad oggi del "pro." non si era proprio vista traccia: del resto, per molte aziende il co.co.pro. non è altro che l'autorizzazione a silurare un dipendente dopo tot mesi senza dover addurre altra spiegazione che "Mi dispiace, ma il tuo progetto è finito!" - senza che nessuno, peraltro, capisca mai neppure di che progetto si trattasse -. Oggi, invece, mi è stato comunicato che seguirò personalmente l'avvio di una nuova collana chiamata "Fast Food" che pubblicherà esclusivamente instant-book (o "bookburgers") usa&getta su temi di costume, moda, attualità, sport e così via. Basta trovare un trend che va per la maggiore, chiamare uno degli scrittori a disposizione della casa editrice, commissionargli un libro entro 7 giorni al massimo e distribuirlo in libreria dopo altri 7 con data di scadenza pari a 1 mese ("Così è deciso, l'udienza è tolta!" mi ha congedato Anna dopo esattamente 1 minuto e 41 secondi di 'riunione'). Vabbè, se lo dicono loro...
Ora ho tempo fino a domattina per battezzare i 5 trend del momento e decidere con quali libri inaugurare la collana (prime uscite previste per il 9 giugno). Di cosa si potrebbe parlare? Del "Codice da Vinci"? Naaa, cheppalle, l'hanno già fatto tutti! Dei Mondiali di Calcio? Oddio, sì, ma in che modo? Delle canzoni dell'estate? Uhm, non credo che interessi molto leggere un libro sul Festivalbar... Insomma, chi ha qualche idea si faccia avanti: il 'cantiere' è aperto al pubblico e non serve neanche l'elmetto!!!
Rossella

20 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Il Peer2Peer, i videofonini, i politici ottantenni incollati alle poltrone, i viaggi low cost, i reality show. Mi sembra un buon pacchetto di tematiche... ;)
In bocca al lupo!

10:33

 
Anonymous Adriano said...

ASSOLUTAMENTE I REALITY SHOW E I MONDIALI DI CALCIO!!! POI FAREI ANCHE UN LIBRO SUL CASO DELLA JUVE, PRIMA CHE ARRIVI QUALCUN'ALTRO!!!

14:27

 
Anonymous Andrea said...

Ma secondo me potresti fare un libro sulla tv e tutti i suoi sistemi futuri, una sopecie di gtuida a come orientarsi tra mille offerte, parabole e cavi...

15:34

 
Anonymous alessia said...

Sui telefonini, su qualche altro pittore che faccia robe strane tipo Leonardo (magari lanci una nuova moda), sui podcasting, sui film di animazione e sui film tratti dai fumetti

16:08

 
Anonymous Anonimo said...

Di sicuro i reality, magari con un interrogativo- sondaggio: meglio quelli che vedono i vip mettersi in gioco in prima persona tra caprette e Beauty farms o quelli che consacrano illustri sconosciuti (o presunti tali...) alla gloria dell' Olimpo delle meteore (o quasi)televisive?Perchè non sei d' accordo sull' argomento musica?Potrebbe essere carino e, se non proprio sul Festivalbar, sugli artisti che terranno i concerti in Italia (vedi Madonna,che ha sbancato il botteghino pe la sua unica data in Italia). Un altro argomento di grande attualità sono le truffe, di ogni genere e tipo: consigli per difendersi meglio.Un argomento "leggero" che unisca sport e spettacolo potrebbe essere un instant book sui personaggi dello sport che fanno il grande salto da sportivi ad attori- modelli: se ne vedono tanti (Fabio Cannavaro per Beretta, pubblicità dei mondiali, Fiona May per Kinder- tra le altre cose, è stata scelta anche per una fiction-Vialli per Sky. Il grande argomento dell' attualità sei quello che ti vede protagonista con i tuoi amici... prendere uno spunto dal sito dei milleuristi non sarebbe male, anche perché di certi argomenti non si dice mai abbastanza ed interessano praticamente tutti. Cmq, in bocca al lupo per il tuo lavoro, non ti preoccupare che vai forte così, scrivi davvero benissimo e ti auguro di affermarti come grande giornalista!Sperando di esserti stata utile, ti saluto e... alla prossima!Da

16:21

 
Blogger Anna said...

sull'i-pod, sui blog, sui voli low-cost

16:34

 
Anonymous Claudio said...

Ross, non mi hai ancora raccontato bene (colpa del fatto che ora siam lontani...), che tipo di editore sia quello dove lavori. Ma, da uomo marketing, ti do un paio di spunti creativi: ci vorrebbe un editore medio e abbastanza aggressivo, che ha voglia magari di andare coi libri un po' in libreria, un po' in edicola, un po' in allegato a qualche giornale, sviluppando contemporaneamente un sito web per commenti, confronti e aggiornamenti. Magari con una zona riservata a chi ha comperato il libro (e ha la password), per scaricare per che so, 12 mesi, gli aggiornamenti mensili. Poi 1 anno dopo potreste far uscire la nuova edizione, se il trend è ancora di moda. Che ne pensi?

16:39

 
Anonymous Rossella said...

Mamma Claudio, tu sì che hai idee geniali! Però come faccio a proporre questa idea al mio editore? Ti spiego: siamo una società media, che edita anche alcuni giornali e distribuisce libri prevalentemente in libreria. Ma quello che mi proponi potrebbe farmi ben notare dai capi. O dici che rischierei di sembrare inopportuna, visto che sono arrivata da poco?
Aiutamiiiiiiii!!!!!! E non solo tu: tutti quelli che hanno suggerimenti si facciano sotto :-)

18:23

 
Anonymous Anonimo said...

Dai, Ross!Geniale l' idea di Claudio!!!Non capisco i problemi che ti fai: fatti notare, sei valida, che c' è di male??? Forza, proponi quest' idea, prima che un' altra persona te la soffi (Oddio...devono essere geni del marketing, premi Pulitzer o altro per arrivarci...): pensi che un collega o una collega si farebbe scrupoli al posto tuo???La timidezza ed il farsi i problemi sul posto di lavoro non hanno mai fatto andare avanti nessuno!!!Caccia le unghie, un po' di sana competitività non fa male: stai proponendo un' idea migliore per il giornale, non una catastrofe universale,né stai facendo del male ad un collega (lì potrei capire remore e perplessità varie!!!)Forza, faccio il tifo per te( come penso molti altri bloggers!)CIAOOO!Da

19:19

 
Anonymous enzo said...

Che stronzata, Claudio! Ma chi se ne frega di leggere gli aggiornamenti di un instant book su internet? Non bastano i siti dei quotidiani, scusa? E poi cosa c***o c'è da aggiornare se scrivi un libro sul Codice da Vinci o sui Mondiali di Calcio? E se scrivi un libro sui videofonini nell'aggiornamento ci metti il catalogo dei nuovi modelli?
Ma piantala di fare sempre il genietto esaltato della situazione! Ross, fai di testa tua che è sicuramente meglio...

08:24

 
Anonymous Anonimo said...

Perchè non fai un articolo sui giovani italiani 20-30 anni e sulle loro abitudini,tipo cinema luoghi di vacanza etc....
In bocca al lupo

10:00

 
Anonymous Iris said...

Sarei curiosa di sapere chi dei due scrive la parte di Rossella .. (unica donna dei 4 sfigati virtuali personaggi).
Oppure vi divertite a scambiarvi le parti tanto il lessico e i toni che usate sono sempre uguali.
Quello che mi fa ridere e che c'è ancora chi risponde a uqesti blog come se si trattasse di gente vera.

15:25

 
Anonymous Iris said...

Sarei curiosa di sapere chi dei due scrive la parte di Rossella .. (unica donna dei 4 sfigati virtuali personaggi).
Oppure vi divertite a scambiarvi le parti tanto il lessico e i toni che usate sono sempre uguali.
Quello che mi fa ridere e che c'è ancora chi risponde a uqesti blog come se si trattasse di gente vera.

15:25

 
Anonymous Anonimo said...

Cara Iris,
tu intanto leggi ancora questo blog...
e mandi pure lo stesso messaggio 2 volte!
Tanto schifo 'sto sito non ti deve fare....
Comunque ragazzi, continuate così che siete forti!!!!!!!!

16:01

 
Anonymous Anonimo said...

Potresti parlare di come riuscire a unire lavoro-casa-bambini, un vademecum dell'organizzazione tutta al femminile.

16:09

 
Anonymous da said...

RISPOSTA PER IRIS: Vero, falso...Beh, guardiamo le cose come stanno:ci si scambia opinioni su vari temi, più o meno interessanti, ciò che viene scritto (vero o falso che sia) può essere una storia comune a tante persone, in cui ognuno si può rispecchiare, può essere un momento di confronto, di dialogo,magari per prendere coscienza del fatto che 1 problema può non essere solo nostro, ma ce l' hanno tante altre persone come noi e quindi le nostre esperienze gettate nella rete possono far bene ad altre persone...CHE MALE C'E'? E' tutto falso? Ci sono delle persone che ci ridono dietro, beffeggiando la nostra dabbenaggine ed eccesso di creduloneria? Ok... sempre meglio che scoprire, per esempio, che quello che noi credevamo un amico ci pianta in asso e scompare nel momento del bisogno( altro che virtuale...)Non credo di aver avuto particolari traumi quando ho scoperto che Babbo Natale e la Befana non esistono...Cmq, ha ragione l' anonimo delle 16:01... se leggi questo blog e mandi (PURE!!!) un commentino, tanto schifo questa pletora di creduloni non ti fa...Ciao a tutti e...saluti a Rossella.

18:41

 
Anonymous Cri... said...

...io la vedo così: ogni volta che finisco di leggere un libro che mi ha preso sono sempre dispiaciuta, poter continuare a leggere le avventure dei 4 personaggi mi fa piacere... è un pò come leggere un romanzo a puntate. Attraverso questo mezzo si ha inoltre la possibilità di "intervenire" x dare agli autori possibili indirizzi o spunti. Nn vedo il motivo della polemica...

13:50

 
Anonymous dado said...

scusa iris,ma ti sembra che i blog dei cosidetti "bloggers famosi" siano molto meno sfigati? mi sembra che anche in quelli i contenuti,i toni e il linguaggio siano assolutamente identici,quindi dov'è il problema? sincenramente non capisco questo continuo accanirsi contro qualcosa che è dichiaratamente un gioco anziché prendersela con gli ipocriti "santoni del web" che spacciano per oro colato ogni loro singola virgola...

11:54

 
Anonymous Anonimo said...

Comportamento tipico: con tutta la roba che c'è su internet, uno anziché cercarsi quella che gli piace cerca quella che gli fa schifo per poi insultare_

Forse è un meccanismo un tantino deviato_

13:51

 
Anonymous Anonimo said...

Iris e' tipica italiana. Non inventera' niente da sola ma le fa piacere insultare altri.

19:07

 

Posta un commento

<< Home