Il blog della prima Community dei "Milleuristi & (S)Contenti"

24 maggio 2006

Amleto

Ogni volta che vedo Matteo tornare a casa con qualche nuovo gadget supertecnologico ultracostoso (l'ultimo, in ordine di tempo, l'XBox 360 non più tardi di ieri sera - "Mi piaceva il colore, e poi la Ps2 è superata!" è stata la sua motivazione -) mi domando sempre cosa farei io se avessi a disposizione il budget illimitato che ha lui, visto che lo mantengono i genitori che sono i classici imprenditori milanesi ricchissimi per cui 'lavorare' significa 'stare al telefono con il commercialista per capire come evadere le tasse'.
Insomma: se un giorno dovessi cominciare davvero a guadagnare più di 1000 euro al mese, come cambierebbe la mia vita?
Li sento, in ufficio: molti miei colleghi sperano di ottenere promozioni e aumenti solo per farsi le vacanze alle Maldive, comprarsi il macchinone, mangiare tutte le sere al ristorante e mandare a cagare la vita da poveraccio. Ma che senso ha? Denunciare il precariato, proporre di scendere in piazza a protestare, sbattersi per rivendicare i propri diritti... E cosa resta di tutti i discorsi sulle garanzie, sulle tutele, sulla meritocrazia, sulle prospettive di futuro e di famiglia? Un biglietto per le Maldive e un Mercedes in garage.
Forse mi sbaglio, ma credo che un atteggiamento così individualista e opportunistico non porti da nessuna parte. Mi sbaglio?
Alessio

3 Comments:

Anonymous enzo said...

Mi sa che hai ragione, un sacco di gente alza la voce solo per difendere i SUOI interessi... Anche dove lavoro io ci sono impiegati che hanno fatto carriera e poi non si sono più visti alle assemblee sindacali... FANNO TUTTI COSI'!!!

13:26

 
Anonymous Lex79 said...

Io ci rimango male quando sento di qualsiasi lavoro al telegiornale (un esempio proprio oggi a mezzogiorno) retribuito con 2000 e + euro. Anche l'altra sera a Striscia parlando di prestiti "truffa" a persone nulla tenenti, la procacciatrice parlava di buste paga fasulle di 2200 euro mensili.
Io (noi) che ne prendo meno di mille e devo fare i salti mortali per arrivare a fine mese (con un mutuo sulle spalle), spero sempre in un aiuto esterno che non arriva mai. Se prendessi uno stipendio più alto non punterei al macchinone o alle Maldive, ma a vivere più sereno.

Lex79 (aka Alessio)

15:04

 
Anonymous da said...

Anch'io, se guadagnassi di più, punterei ad una vita più serena...Spererei di poter mettere qualcosa in più da parte, per non arrivare a fine mese quasi sempre al secco, ma che più secco non si può...Sì, la vacanza alle Maldive, ma quella si può fare una volta nella vita, per 1 settimana, poi si torna a casa a fare la vita di tutti i giorni...e non sono esattamente le Maldive...Allora, punterei a vivere tranquillamente,sapendo che sto costruendo qualcosa che sfidi l' altalena quotidiana e per dare un po' più di serenità a me ed il mio compagno...sperando di poter pensare, con serenità, ad un figlio...

15:30

 

Posta un commento

<< Home